Get Adobe Flash player
Home Attività Pastorali Fidanzati e Famiglie

Fidanzati e Famiglie

1108 Limone_064 

Per i giovani fidanzati la nostra parrocchia offre ogni anno un cammino di preparazione al Sacramento del Matrimonio.

Le attività per la famiglia (con figli o senza ma anche separati, divorziati) nella nostra parrocchia sono svolte dal Progetto Famiglia e dall’Azione Cattolica che prevede per le coppie un’attenzione particolare all’interno del gruppo chiamato “Adulti e Famiglie” (vai alle pagine dedicate)

 

Il Progetto Famiglia è un’iniziativa della parrocchia rivolta a tutte le famiglie che ha lo scopo di aggregare e far crescere nella fede e nella vita spirituale. Si riunisce mediamente 6 volte l’anno tramite incontri che si tengono al sabato sera dalle 19,30-20 (di solito si tratta dell’ultimo sabato del mese) e che prevedono alternativamente la presenza di un relatore e la verifica e/o discussione degli argomenti presentati; gli argomenti vengono scelti all’inizio dell’attività dagli stessi componenti del gruppo con il consiglio e l’assistenza del sacerdote che segue il progetto. Una peculiarità di questo gruppo è la suddivisione in "gruppi ristretti", nei quali vengono affrontati gli argomenti prima dell’incontro di "ricaduta", che si incontrano a casa dei vari componenti e che permettono di vivere bei momenti di amicizia e condivisione. Oltre agli incontri già citati spesso ci si ritrova in altre occasioni, per iniziative varie, momenti di preghiera (in particolare nei tempi di Avvento e Quaresima) o semplicemente per il piacere di stare insieme. Le riunioni al sabato sera iniziano di solito con la cena condivisa e prevedono per chi ne avesse la necessità il servizio di bay-sitteraggio effettuato da alcuni animatori.

 

Recentemente nella nostra parrocchia è sorto anche un GAS ovvero un Gruppo di Acquisto Solidale costituito, inizialmente, dalle famiglie dell'Azione Cattolica parrocchiale che durante durante il cammino formativo dell'Associazione tutto incentrato sul "bene comune" e la cittadinanza attiva hanno deciso di passare dalle parole … ai fatti. I GAS sono ormai una realtà in forte espansione in varie parti d'Italia; nascono da una riflessione sulla necessità di un cambiamento nel proprio stile di vita con un'attenzione al consumo critico, etico e biologico cercando di indirizzarsi verso un'economia che metta al centro prima di tutto la persona umana. Oggi più che mai veniamo fortemente influenzati nelle nostre scelte che non sono più libere ma condizionate; creare un gruppo GAS è un impegno concreto per chiunque desideri cominciare a lavorare nella vita quotidiana per un nuovo modello di sviluppo e di società costruito dal basso andando così contro-corrente.

Nei gruppi di acquisto le famiglie o i singoli acquistano prodotti alimentari o di uso comune in grande quantità da ridistribuire tra loro ottenendo così un abbattimento dei costi e venendo incontro alle famiglie, aspetto importante soprattutto in questo momento di difficoltà; nei GAS l’aspetto solidale deriva dal fatto che i prodotti e i produttori sono selezionati tra coloro che pongono attenzione alla salute, all’ambiente, all’etica del lavoro, all’aspetto sociale. Sono quindici le famiglie della Parrocchia di San Siro che hanno deciso di mettersi insieme con questo stile e con l’obiettivo a lungo termine di acquistare prodotti senza più servirsi dei supermercati o di “canali commerciali ordinari” ma cercando prodotti alimentari ottenuti da agricoltura biologica provenienti da piccoli produttori locali, avendo così la possibilità di conoscerli direttamente, incrementare l’economia locale e favorire la riduzione e lo spreco di energia derivanti dal trasporto a lunga distanza.

Un'attenzione viene posta anche all'etica del lavoro, acquistando da fornitori che non sfruttano i propri dipendenti e che emettono regolare fattura, non alimentando così l'evasione fiscale. "Siamo consapevoli che questa scelta, che cambia un po' le abitudini di ciascuna famiglia, richiede impegno, tempo e disponibilità - ricorda Carlo Mascarello, uno dei coordinatori del GAS di San Siro - ma siamo sicuri che ne avremo dei benefici per la nostra salute, la nostra società e l'ambiente, senza dimenticare che può essere un'occasione per approfondire e crescere le relazioni all'interno della parrocchia".

La lettera

don alvi_qu

Cari parrocchiani,

nella scorsa primavera le nostre Parrocchie si sono lasciate “fotografare” dai Parrocchiani. Mi riferisco al “SONDAGGIO” a cui hanno partecipato molte persone (parrocchiani soprattutto, ma anche amici) e i cui risultati sono stati molto interessanti.

Sono emerse alcune criticità insieme a tanti apprezzamenti per il lavoro che viene portato avanti. E insieme alle criticità e agli apprezzamenti anche proposte per rendere le nostre parrocchie sempre più Comunità vive, capaci di testimoniare sul nostro territorio la bellezza della vita cristiana e la gioia della fede in Gesù, crocifisso e risorto.

Il sondaggio non voleva certo essere fine a se stesso, ma voleva essere un’occasione, un input, per un rinnovato impegno pastorale. Abbiamo quindi pensato, insieme al Consiglio pastorale interparrocchiale, che fosse utile e bello condividere i risultati con tutti, in uno stile sinodale.

Leggi tutto...